snail-1335473150

Sede Legale: ECOTERMICA SRL

V. S.Martino 31/33 - BISCEGLIE (BT)

P.Iva: 07573080723

 REA 567177 - Cap. Soc. € 30.000 i.v​

© Copyright  2018. All rights reserved

Privacy Policy

 

Website: PRONTO STUDIOS

Tel.: 080 3325504

​Email:​  info@ecotermicasrl.it    

1IMGLOGOURL20151216125205

facebook
linkedin
instagram

25/07/2018, 11:52



EFFICIENZA-ENERGETICA-DEGLI-EDIFICI:-LA-NUOVA-DIRETTIVA-EUROPEA.


 La nuova direttiva europea mira a promuovere sistemi di costruzione alternativi ed altamente efficienti. La scadenza è stata fissata al 10 marzo 2020.



Con l’entrata in vigore, il 9 luglio 2018, della DIRETTIVA EUROPEA 2018/844, pubblicata lo scorso 19 giugno sulla Gazzetta Ufficiale, viene fissata al 10 marzo 2020 la scadenza per l’adeguamento alla nuova normativa europea, che prevede la ristrutturazione degli edifici esistenti con lo scopo di forma un parco di "edifici decarbonizzati" e ad alta efficienza energetica (edifici a energia quasi zero) entro il 2050, in tutti i Paesi dell’Unione Europea.


L’obiettivo posto dall’Enea (Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica) è quello di avere consumi che siano effettivamente necessari alle esigenze degli abitanti. 


STOP agli sprechi in favore di strategie a lungo termine che permettano di ridurre le emissione di gas serra dell’80-85%, rispetto al 1990


La modifica della Direttiva UE 2010/31 sulle prestazioni energetiche nell’edilizia e la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica hanno pertanto determinato la creazione di nuovi obiettivi da raggiungere entro il 2030:


  • attuazione di strategie di ristrutturazione a lungo termine, al fine di ottenere un parco immobiliare decarbonizzato e ad alta efficienza energetica entro il 2050; 

  • miglioramento degli investimenti privati per il recupero del patrimonio edilizio esistente;  

  • monitoraggio degli impianti di riscaldamento e condizionamento dell’aria;  

  • miglioramento della trasparenza delle metodologie di calcolo della prestazione energetica definite dagli stati membri;

  • accrescimento del ruolo dei consumatori, informandoli e proteggendoli dalla povertà energetica. 

La direttiva mira a promuovere sistemi di costruzione alternativi ed altamente efficienti. Pertanto, prima degli interventi di costruzione, occorrerà effettuare un’analisi della fattibilità tecnica, ambientale ed economica di questi sistemi.

18/07/2018, 10:20

Pompa di calore



Perché-installare-una-pompa-di-calore.
Perché-installare-una-pompa-di-calore.
Perché-installare-una-pompa-di-calore.


 Negli ultimi anni si sta assistendo ad un incremento della temperatura del nostro pianeta. La comunità europea infatti, si è posta l’obiettivo di raggiungere il 20% di riduzione dei consumi di energia primaria e di emissioni di CO2 entro il 2020.



Negli ultimi anni si sta assistendo ad un incremento della temperatura del nostro pianeta, con conseguenti stravolgimenti climatici a volte devastanti. 


L’aumento di anidride carbonica nell’aria sembra essere una delle cause principali del riscaldamento globale. 

Secondo alcuni studi le maggiori emissioni di CO2 derivano soprattutto dai settori dell’energia dei trasporti e civile (residenziale, terziario etc). Specialmente in quest’ultimo l’energia spesa per il condizionamento dell’aria, sia in inverno che in estate, e la produzione di acqua calda rappresentano la percentuale più alta dell’energia primaria totale spesa

Per ovviare ai problemi di surriscaldamento del globo terrestre l’Europa ha emanato la direttiva RES (Renewable Energy Sources) con l’obiettivo di ottimizzare ed incrementare la produzione di energia rinnovabile. 
La comunità europea infatti, si è posta l’obiettivo di raggiungere il 20% di riduzione dei consumi di energia primaria e di emissioni di CO2 entro il 2020.

Le pompe di calore sono pertanto, la soluzione ideale per ridurre i consumi energetici e le emissioni di CO2 e per tutelare l’ambiente in cui viviamo. 


La pompa di calore è una soluzione ecologica che permette di salvaguardare il nostro pianeta. 

La scelta di realizzare un impianto a pompa di calore infatti, garantisce un minor consumo dell’energia primaria, un miglioramento della classe energetica dell’edificio e dunque, una migliore efficienza energetica

Le pompe di calore, in quanto fonti rinnovabili termiche, assicurano un’efficienza energetica superiore del 60%, rispetto ai sistemi tradizionali a combustione, e possono essere utilizzate sia per riscaldare la casa in inverno che per raffreddarla in estate. 

Stop ai doppi costi di manutenzione per caldaia e climatizzatore: la scelta di un solo impianto efficiente ed ecologico garantisce la climatizzazione della casa tutto l’anno, senza emissioni nocive nell’ambiente, con costi bassissimi di manutenzione ed elevata efficienza energetica

La pompa di calore è un dispositivo ecologico ed efficiente, in quanto consuma solo 1kWh di energia elettrica per produrre più di 4kWh di energia per il riscaldamento. 

Il suo funzionamento è simile a quello del frigorifero, ma invertito. Se in un frigorifero il calore viene estratto dall’interno ed espulso all’esterno, una pompa di calore fa l’esatto contrario: sfruttando il ciclo termodinamico del fluido refrigerante la pompa di calore estrae il calore dall’ambiente facendolo confluire in uno scambiatore interno; successivamente la compressione aumenta la temperatura che viene infine, ceduta all’impianto di riscaldamento

Contattaci per maggiori informazioni!
11/07/2018, 11:01

calcare, acqua, rubinetti, soffioni, docce, vetri, termoidraulica, anticalcare, dosatore di polifosfati, tubature, anticalcare magnetico



STRESS-DA-CALCARE?--NO-PROBLEM!


 Nonostante le "sfrenate" pulizie, spesso capita di trovare depositato sui rubinetti, sui soffioni e sui vetri delle docce il calcare, una patina dura e bianca. Ecco alcune soluzioni.



A tutti sarà capitato di trovare depositata intorno alle pentole, sui rubinetti, sui soffioni e sui vetri delle docce una fastidiosa patina dura e bianca: il cosiddetto calcare


Il calcare è una roccia sedimentaria, composta da calcio e magnesio che si deposita nelle tubaturenegli impianti e sulle superfici della propria casa.

Alcuni studi affermano che le acqua calcaree non hanno effetti negativi sulla salute dell’uomo, in quanto il calcare apporta benefici soprattutto a livello cardiovascolare (a meno che non siano presenti particolari patologie).Tuttavia, è noto che una maggiore concentrazione di calcio e dunque una più intensa durezza dell’acqua determinano l’ostruzione di tubi, compromettendo il corretto funzionamento di alcuni elettrodomestici e creando incrostazioni sulle superfici della casa. 

COME OVVIARE AL PROBLEMA DEL CALCARE? 


Una delle soluzioni per risolvere il problema del calcare è il DOSATORE DI POLIFOSFATI, un apparecchio integrato nell’impianto di riscaldamento, che attraverso il rilascio di polifosfati di sodio e potassio crea una pellicola di protezione nelle tubature utile a evitare la corrosione del calcare. La soluzione ideale sarebbe installare il dosatore a monte delle apparecchiature interessate (caldaia, lavatrice, lavastoviglie etc.), in quanto non sono stati ancora definiti gli effetti che i polifosfati hanno sulla salute dell’uomo. 

Molto efficace è anche l’ANTICALCARE MAGNETICO che tramite un campo magnetico dissocia i "sali duri" (ioni di calcio e magnesio) trasformandoli in "ARAGONITE", un minerale innocuo che rimane in sospensione evitando la formazione del calcare. 

Infine, è importante sapere che il buon funzionamento e la manutenzione di questi apparecchi è molto importante per ottenere risultati duraturi. Perciò, è indispensabile affidarsi a personale esperto che sappia consigliare, in base alla necessità, il prodotto più congruo. 

Per maggiori informazioni vieni da Ecotermica!


123